Un tuffo dove l’acqua è più blu…

0

Sono 182 i comuni italiani che si fregiano della Bandiera Blu, il riconoscimento alle località che si distinguono per qualità delle acque e servizi

E’ un riconoscimento internazionale, istituito in occasione dell’anno europeo dell’ambiente  del 1987. È assegnato annualmente dalla Fee (Foundation for Environmental Education) a 49 Paesi europei ed extraeuropei, per un totale di 4.558 siti suddivisi tra spiagge, approdi turistici e imbarcazioni. È la Bandiera Blu, che certifica e premia la qualità e la sostenibilità ambientale delle località marittime e lacustri e promuove «una conduzione sostenibile del territorio attraverso una serie di indicazioni che mettono alla base delle scelte politiche l’attenzione e la cura per l’ambiente». Per le località insignite, quindi, non è sufficiente avere una qualità delle acque di balneazione eccellente, ma devono anche rispondere ad una serie di criteri – per l’esattezza 32, compresi la raccolta differenziata e le piste ciclabili – in grado di rendere il territorio vivibile ad alti livelli.

Quest’anno, nel nostro Paese, sono stati insigniti della Bandiera Blu 183 comuni, per un totale di 385 spiagge (il 10% delle eccellenze mondiali); stesso riconoscimento a 17 località lacustri e a 72 approdi turistici.

di Giovanni Orso

(L’articolo completo è pubblicato su 50&Più del mese di Giugno  2019)

 

 

No comments