Torrone per tutti i gusti (e per un dolce Natale!)

0

È uno dei dolci tipici del Natale e quasi ogni regione italiana ne ha una sua versione: è il torrone. Frutta secca, miele e ostie sono la base della sua ricetta ma la combinazione e la proporzione tra questi ingredienti e l’aggiunta di nuovi regalano al nostro palato varianti diversamente golose.
In Piemonte il torrone si fa con le nocciole che sono un vanto regionale, nelle Marche con fichi secchi, , il veneto Mandorlato di Cologna è prodotto con mandorle, miele, albumi, zuccheri, cialde e (a volte) cannella, in Sicilia la Cubbaita è con mandorle e sesamo e nelle varianti ai pistacchi o alle arachidi, all’aroma di agrumi o al cioccolato mentre la Cicirata ha ceci tostati e miele,  in Campania il Torrone del Papa è fatto con zucchero, pinoli e frutta sciroppata, il Copate toscano prevede delle monoporzioni con noci o mandorle tostate e tritate racchiuse tra due ostie, il laziale Torroncino di Alvito è invece fatto di pasta reale bianca e canditi ed è ricoperto di glassa, il Torrone di Guardiagrele in Abruzzo è una sorta di croccante di mandorle tostate, zucchero, cannella e frutta candita mentre Aquilano è tenero di nocciole al cacao.
Vi presentiamo ora una ricetta base del torrone a cui potrete dare il vostro tocco di originalità con una scelta diversificata di aromi e frutta secca.
Per prima cosa versate 300g di miele in una pentola e riscaldatelo a fiamma bassissima. Aggiungete anche 300 g di zucchero e 70g di acqua e iniziate a mescolare. Proseguite la cottura sempre a fiamma molto bassa senza mai smettere di mescolare per 30 minuti.
A parte montate a neve 3 albumi e tostate le mandorle in forno a circa 120° per una decina di minuti.
Aggiungete gradualmente gli albumi al composto di miele e zucchero, versandone altro soltanto quando quello di prima risulterà completamente amalgamato. Proseguite la cottura per altri 40 minuti senza mai smettere di girare per evitare che il composto possa attaccarsi alla pentola. Mescolate fino ad ottenere un composto bianco e gonfio che, dopo essersi addensato, inizierà ad indurirsi. A quel punto aggiungete 600 g di mandorle  precedentemente tostate, la scorza grattugiata di 2 limoni bio e una bustina di vanillina. Mescolate per distribuirli uniformemente nel composto.
Versate quindi il composto ben caldo in una teglia foderata con delle ostie e livellate il composto in maniera da realizzare uno spessore uniforme. Coprire il composto con altre ostie e poi con l’aiuto di un pestello fatelo aderire bene alla superficie. Quando il torrone sarà completamente raffreddato (ci vorrà circa mezz’ora), potrete tagliarlo a pezzetti o a barrette e offrirlo ai vostri ospiti.

di Barbara Di Sarno

No comments