National Geographic Festival delle Scienze 2019: il fascino dell’invenzione

0

Dall’8 al 14 aprile, la XIV edizione del National Geographic Festival delle Scienze è dedicata ad una delle capacità più incredibili della mente umana: l’invenzione.

Oltre 200 incontri, 300 attività didattiche, 8 mostre e 7 spettacoli: con circa 500 eventi tra conferenze, spettacoli, mostre, exhibit interattivi e laboratori, il National Geographic Festival delle Scienze, all’Auditorium Parco della Musica di Roma, rende omaggio al potere dell’invenzione, intesa come creazione e introduzione di un concetto, un’idea o una tecnologia.
Ma cos’è un’invenzione e cosa può stimolarla? Cosa possiamo immaginare e creare e cosa invece no? A questi e a tanti altri interrogativi risponderanno i numerosi ospiti del Festival delle Scienze, che quest’anno può annoverare due Premi Nobel per la Fisica, Gerard Mourou e Donna Strickland.
Scienziati, filosofi, storici della scienza, giornalisti e artisti racconteranno le ricerche più avanzate attraverso un programma che coinvolge 45 luoghi, tra cui l’Auditorium Parco della Musica, il MAXXI, il BioParco, i Musei Scientifici, le Biblioteche di Roma e le Università La Sapienza, Tor Vergata e Roma 3.
Dalle missioni spaziali alla moderna tecnologia dei laser, dall’industria della felicità all’etica, dall’intelligenza artificiale a quella matematica, dall’imponderabilità del caso alle fake news, si parlerà e si approfondirà di tutto. Ci si occuperà anche di ambiente (con un focus sulla plastica vista attraverso l’obiettivo fotografico), nonché di legami tra invenzioni e scoperte, e di rapporti tra scienza, fantasy e fantascienza. Tanta musica, danza, cinema e spettacoli interattivi – come da programma – aiuteranno a comprendere meglio le prodigiose capacità della nostra mente e le sue creazioni.

Tantissimo futuro, ma anche tanto passato, perché – oltre alle nuove frontiere della modernità – saranno celebrati i grandi traguardi del passato, con il ricordo di tre importanti anniversari per l’umanità: i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, l’eclettico genio del rinascimento italiano che ha precorso i tempi e inventato macchine; il 50° anniversario dell’allunaggio dell’Apollo 11; i 150 anni dalla creazione della Tavola Periodica degli Elementi da parte di Dmitrij Mendelev.
Sono previsti numerosi e divertenti appuntamenti riservati ai ragazzi: exhibit, eventi per le scuole e laboratori. Gli “inventori di domani” potranno così cimentarsi con satelliti e astronavi, mettersi alla prova con razzi e sfide spaziali, scoprire i segreti della robotica, accendere costellazioni, vedere cosa si nasconde “nella pancia” di un vulcano e sperimentare la realtà virtuale nella fisica delle particelle.

di Valerio Maria Urru

National Geographic Festival delle Scienze

Auditorium Parco della Musica

Viale Pietro de Coubertin 30 – 00196 Roma

Telefono: 0680241281

Biglietteria: 892101 (servizio a pagamento)

Per maggiori informazioni

http://www.nationalgeographic.it

No comments