L’Albero di Natale  riconosce le emozioni

0

Si avvicina il Natale ed è un turbinio di luci: le città si lanciano tacite sfide su chi sfoggia le luminarie più belle, ed anche tra gli alberi addobbati c’è la corsa a chi riesce ad ostentare di più. In questa particolare competizione, Milano occupa una posizione di spessore, e non soltanto per l’abete che troneggia davanti al Duomo, con i suoi venticinque metri illuminati da circa quarantamila punti led, ma soprattutto perché, in questo 2018,  ha visto nascere un albero di Natale “intelligente” e “sensibile”, capace di riconoscere le emozioni.

Si trova nel quartiere di CityLife, il distretto commerciale urbano più grande di Italia,  è stato sponsorizzato da un marchio di telefonia e consente una straordinaria interazione con il pubblico. In che modo? Attraverso le fotografie. Fino al 6 Gennaio infatti, le persone possono scattarsi una foto con gli smartphone  forniti dall’azienda (custoditi nelle mani degli “elfi” presenti in piazza Tre Torri) oppure installati sui totem.  Queste immagini vengono inviate al cuore tecnologico dell’albero che, analizzandole, identifica le emozioni dei soggetti per poi illuminarsi di conseguenza, scegliendo, ogni quarto d’ora, uno dei quattro colori disponibili, dal rosso al bianco, in base al sentimento predominante rilevato dagli scatti ricevuti.  Dei giochi di luce colorata sono dunque il risultato di questo esperimento  di rilevazione che è stato sperimentato e verificato dal gruppo di ricerca VRAI (Vision, Robotics and Artificial Intelligence), del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università Politecnica delle Marche.  Sono già tantissimi i curiosi che sono accorsi a CityLife richiamati da questo albero smart, capace di leggere le emozioni.  E si prevede, nei prossimi giorni, un clou che farà registrare il picco di emozioni a ridosso del 25 Dicembre. La sfida è lanciata: di che colore sarà il Natale 2018?

di Romina Vinci

No comments