Interessanti novità fiscali per il 2018

0

Estensione dell’uso del  modello F24, innalzamento della soglia di deducibilità del Canone Rai, detraibilità degli assegni di mantenimento: ecco qualche novità

In questo numero tratteremo alcuni argomenti di interesse generale, partendo dal provvedimento n. 127680/2018 del Direttore dell’Agenzia delle Entrate, il quale dispone che – dal 1° luglio scorso – possono essere versate con il Modello F24 (delega bancomat o postale) anche le imposte ipotecarie e di bollo, le tasse ipotecarie, le sanzioni amministrative tributarie e le spese di notifica dovute perché impresse in avvisi di liquidazione o atti di contestazione, relativi a operazioni riguardanti il servizio ipotecario, prodotti dopo il 1° luglio 2018. Tuttavia resta esclusa la possibilità di compensare eventuali crediti derivanti da versamenti eccedenti connessi agli importi in questione. L’Agenzia delle Entrate, con successiva risoluzione, stabilirà i codici di tributo da utilizzare per eseguire i versamenti.

Passiamo ora all’esenzione del canone Rai 2018. Anche quest’anno, per poter avere il riconoscimento di tale esenzione, sono previsti gli stessi requisiti soggettivi ed oggettivi previsti per il 2017, fatta eccezione per il limite reddituale che passa da 6.713,98 euro ad 8.000 euro, come indicato in 50&Più di aprile 2018 (pag. 89). In particolare, per l’anno di interesse, la richiesta di esenzione può essere presentata dai cittadini che hanno compiuto 75 anni e che, nell’anno precedente a quello per cui si richiede l’esenzione, hanno un reddito familiare (proprio e del coniuge) complessivamente non superiore a 8.000 euro. Per usufruire dell’agevolazione bisogna presentare la dichiarazione redatta sull’apposito modulo pubblicato sui siti www.agenziaentrate.gov.it e www.canone.rai.it. Ad essa va allegata la copia fronte/retro di un documento di riconoscimento valido.

Infine, qualche accenno alla detraibilità dell’assegno periodico corrisposto al coniuge. Come indicato anche nella circolare n. 7/e/2018 dell’Agenzia delle Entrate, la deduzione è prevista solo per la quota corrisposta al coniuge e non per quella prevista per il mantenimento della prole. In caso non fossero indicate separatamente nel provvedimento di separazione (o di divorzio), si deve intendere che questa sia ripartita al 50% dell’importo previsto tra il coniuge e i figli. In materia, prima di inserire gli importi in una delle dichiarazioni dei suddetti coniugi, bisogna fare molta attenzione a quanto è indicato dal giudice nel provvedimento. Ad esempio, le maggiori somme corrisposte al coniuge a titolo di adeguamento Istat sono deducibili solo nel caso in cui la sentenza del giudice preveda espressamente un criterio di adeguamento automatico dell’assegno dovuto all’altro coniuge. Inoltre, sono deducibili:

  • gli assegni alimentari periodici corrisposti dal contribuente all’ex coniuge, tramite trattenute sulle rate di pensione o anche, qualora tali importi siano utilizzati dal contribuente in compensazione di un credito vantato nei confronti dell’ex coniuge per somme eccedenti il dovuto, versate in suo favore;
  • le somme pagate a titolo di arretrati, anche se versate in un’unica soluzione, costituenti un’integrazione degli assegni periodici corrisposti in anni precedenti (invece non è deducibile l’assegno corrisposto al coniuge in un’unica soluzione o una tantum);
  • il cosiddetto “contributo casa”;
  • le somme corrisposte in sostituzione dell’assegno di mantenimento per il pagamento delle rate di mutuo intestato all’ex coniuge nel caso in cui, dalla sentenza di separazione, risulti che l’altro coniuge non abbia rinunciato all’assegno di mantenimento (non è invece deducibile qualora la rata di mutuo venga versata dal coniuge in sostituzione dell’assegno di mantenimento, nel caso ci sia stata rinuncia a quest’ultimo).

a cura di Alessandra De Feo

 

(Tratto da 50&Più, nr. 9 – Settembre  2018 – Tutti i diritti riservati)

 

No comments

Montagna da scoprire

Luogo di silenzio e pace, di percezioni ancestrali e memorie olfattive , spazio sospeso tra la terra e il cielo , la montagna regala da ...