E il panettone dove lo metto? Idee per un riciclo creativo

0

Lasciate alle spalle le festività natalizie, le nostre case si trovano spesso ancora invase da una grande quantità di dolci natalizi che, con un po’ di creatività e voglia di sperimentare, possono essere utilizzati come variante delle più classiche combinazioni culinarie. È il caso, ad esempio, del re della tavola natalizia per eccellenza: il panettone.
Al posto del classico pane, le fette tostate in padella o in forno di questo dolce possono diventare dei gustosi crostoni su cui stendere un delicato burro all’aneto e finocchietto con salmone e fili di scorza di limone e finocchietto selvatico. Potete dare forme diverse alle fette di panettone utilizzando coppapasta e tagliabiscotti mentre il burro lo potete realizzare facendo ammorbidire 100g di burro e battendolo con una frusta in una ciotola fino ad ottenere una crema omogenea. Aggiungete un cucchiaino di aneto tritato, un cucchiaino di semi di finocchio e mezzo cucchiaino di sale e amalgamate il tutto mescolando.
Si può utilizzare il panettone anche al posto dei grissini. In questo caso va tagliato a listarelle e fatto asciugare in forno per fargli raggiungere la giusta croccantezza. Il gusto dolce-acido che contraddistingue i lievitati si sposa bene con gli insaccati e gli affumicati e alleggerisce il palato dalla componente grassa di questi ultimi.
Il panettone può anche essere utilizzato al posto del pangrattato. Basterà tostare le fette di panettone in forno a 120° per 15 minuti circa e poi passarlo al cutter. Si otterrà una sabbia grossolana da utilizzare in svariati modi, dall’impanatura di polpette e di carni bianche come il petto di faraona o di tacchino alla guarnizione di primi piatti sfiziosi arricchiti in genere da pangrattato fritto o tostato con effetto crumble.
Per chi non vuole rinunciare ai ricchi piatti delle feste, il pain perdu realizzato con il panettone avanzato è la merenda ideale. Bisogna preparare prima di tutto la pastella sbattendo in una ciotola 4 uova, 50 ml di latte, 30 g di farina 00 e un pizzico di sale. Una volta ottenuto un composto liquido e privo di grumi, lo si trasferisce in una teglia in cui si possano immergere 8 fette di panettone spesse circa 2cm. Quindi si mette a sciogliere del burro (20g) in una padella e, appena questo inizierà a spumeggiare, si mettono a cuocere le fette di panettone su entrambi i lati fino a farle dorare. Una volta cotte tutte le fette, si potranno servire con una spolverata di zucchero a velo e accompagnate da frutta fresca, yogurt o gelato.

di Barbara Di Sarno

No comments