D’improvviso, un nuovo inizio

0

Il libro che vi consiglio per tenervi sereni, sotto il piumone, mentre fuori infuria l’inverno, ha un bel titolo: Quando meno te lo aspetti. Sottotitolo: Elogio dell’amore senza età (Longanesi, 187 pagine, 16 euro).

Racconta, per punti salienti, le moltissime storie d’amore raccolte dagli autori, Francesco Siciliano, Riccardo Brun e Paolo Rossetti, per la serie di documentari andati in onda in due stagioni della fortunatissima trasmissione televisiva Non ho l’età, su Rai3. Nell’introduzione, La rivoluzione gentile degli over, la psicoanalista Ilaria Consolo (se sposti l’accento il cognome diventa significativo: Consòlo) sostiene: «Per molti questa stagione rappresenta un momento di scoperta di una sessualità diversa, più affettiva, meno fisica e performante, connotata da un erotismo più diffuso, ma altrettanto gratificante».

Le coppie intervistate, viaggiando per tutta l’Italia, da Siciliano, Brun e Rossetti si affacciano fra le pagine con una lievità e un’allegria poco consone all’immagine di “anziani” che viene autorizzata dal consumismo giovanilista di cui soffre la nostra società.

Questi “vecchi” e queste “vecchie” (chiamiamoli pure così, e abituiamoci a non rabbrividire) raccontano, senza censurarsi, dolori e lutti, sono spesso vedove e vedovi, sono gente che ha vissuto, e la vita, lo sappiamo noi che ne abbiamo dietro parecchia, non fa sconti a nessuno. Ci sono separazioni e malattie, difficoltà proprie e dei propri figli, ma tutto diventa materia di racconto. Non sanguini più, perché il piedistallo su cui ti ha messo l’amore imprevisto di un uomo, di una donna, ti consente di guardare indietro senza tristezza, di guardare avanti senza panico.

Alcuni si sono ritrovati, dopo 50 o addirittura 60 anni di lontananza (ci sono parecchi ottantenni), alcuni si sono incontrati nei luoghi deputati al triste svolgimento delle vecchiaie di una volta, le case di riposo, anche se adesso le chiamano centri anziani.

 

 

di Lidia Ravera

(L’articolo completo è pubblicato su 50&Più del mese di Gennaio  2019)

No comments