Cervello senza età, la produzione di neuroni dura tutta la vita

0

Il cervello umano non smette di rigenerarsi nell’età adulta, anzi, continua a produrre neuroni anche nella terza età. Lo dice uno studio realizzato da un gruppo di ricercatori del Dipartimento di Psichiatria della Columbia University di New York e della Divisione di Neuropatologia del NYS Psychiatric Institute, coordinato dall’italiana Maura Boldrini. Gli scienziati hanno condotto approfondite autopsie sul cervello di 28 persone fra i 14 e i 79 anni, morte improvvisamente senza aver mai avuto patologie di tipo psichiatrico o neurologico, e si sono concentrati sullo studio dell’ippocampo, quella parte del cervello, situata nel lobo temporale, fondamentale per l’apprendimento, la memoria, le emozioni e le abilità cognitive.

È emerso che il volume di questa porzione cerebrale resta pressoché costante al passare degli anni, e indipendentemente dall’età è possibile riscontrare la presenza di un numero simile di cellule progenitrici dei neuroni e di migliaia di neuroni immaturi. Questo vuol dire che anche una persona di età avanzata, se in buona salute, ha un cervello in grado di rigenerarsi, soprattutto se lo mantiene allenato, fa attività fisica e coltiva relazioni sociali.

La differenza fra i soggetti più anziani e quelli più giovani riguarda la vascolarizzazione, e quindi una presenza inferiore di vasi sanguigni negli adulti, e la neuroplasticità, a causa di una proteina presente in concentrazioni superiori nei primi anni di vita. Probabilmente sarebbero proprio questi due elementi a influenzare il declino di alcune funzioni cerebrali, mentre la neurogenesi – capacità di generare neuroni – resta inalterata.

Questa caratteristica, spiegano gli studiosi in un articolo pubblicato sulla rivista scientifica Cell Stem Cell, è esclusiva del cervello umano, e non è stata osservata in precedenti studi compiuti su roditori e primati, soggetti invece ad un calo di produzione di neuroni con l’avanzare dell’età.

«I nuovi neuroni nell’ippocampo sono necessari per la memoria e la risposta emotiva allo stress – ha dichiarato la professoressa Boldrini – e il fatto che anche nel cervello anziano continuino a rigenerarsi significa che con uno stile di vita sano possiamo mantenere sani e funzionanti i nostri neuroni, e contribuire ad un invecchiamento sano.»

di Ilaria Romano

No comments

Il 29 agosto, una giornata contro i test nucleari

Il 29 agosto 1991 venivano cessate le attività del Poligono nucleare di Semipalatinsk. Durante la Guerra fredda questo sito, nell’attuale Kazakistan, venne utilizzato per centinaia di test nucleari, ...