Caduta dei capelli: consigli e rimedi

0

Che la perdita di capelli aumenti particolarmente nel periodo autunnale non desta oramai troppo stupore. L’autunno è infatti la stagione in cui organismi vegetali e animali si adattano alle nuove temperature in vista dell’inverno. Se gli alberi rilasciano le loro foglie e gli animali cambiano il loro pelo… gli uomini perdono i capelli!
Per vivere senza allarmismi questo fenomeno fisiologico legato al ricambio delle nostre chiome e sostenere i capelli nel loro ciclo di ricrescita, abbiamo chiesto alcuni consigli alla dottoressa Mariangela Rucco specialista in Scienze dell’Alimentazione.

Quali sono le bevande e gli alimenti che aiutano il capello a crescere in salute e resistente?
Alimenti come carne, uova, latte e formaggi contengono Fenilalanina e Triptofano, due aminoacidi di fondamentale importanza nella pigmentazione dei capelli poiché strettamente collegati alla sintesi di melanina. Il Ferro e lo Zinco, contenuti nei legumi, nei funghi secchi, nei cereali integrali e nel pesce azzurro, sono sostanze coinvolte nella formazione della cheratina che è una componente fondamentale dei capelli, della pelle e delle unghie. Questi minerali sono implicati nella formazione del collagene, sostanza che consente di ancorare i capelli al cuoio capelluto. Alimenti ricchi di flavonoidi e polifenoli come l’uva, i mirtilli, il the verde e le verdure a foglia verde proteggono il follicolo dall’infiammazione localizzata e stimolano la microcircolazione che promuove l’apporto ai capelli dei nutrienti essenziali, favorendone la crescita e la luminosità.
Quali sono i rimedi per far ritrovare idratazione, morbidezza e luce ai nostri capelli?
Oli emollienti come l’olio di Argan o di semi di lino hanno un forte potere idratante. C’è poi una vasta scelta di creme per impacchi e maschere che svolgono un’azione di ristrutturazione del fusto capillare in quanto contengono principi capaci di ricompattarlo, rendendolo più forte e luminoso e riparando i danni provocati dal sole, dallo smog o da trattamenti chimici troppo intensivi.
Bisognerà scegliere prodotti specifici, per capelli secchi, trattati, grassi, ricci. I siliconici all’interno dei prodotti non fanno male, ma sarebbe opportuno evitare i derivati dalla formaldeide, che attualmente sono fuori legge ma che tuttavia si trovano ancora in commercio.
Quali sono altre possibili cause di diradamento e caduta dei capelli?
Tra le cause coinvolte possiamo annoverare stress, apporto nutritivo non corretto e soprattutto poco adeguato, assunzione di molti farmaci, situazioni ormonali e genetiche o malattie auto-immuni. Spesso il tipo di calvizie è molto evidente come nelle forme di alopecia androgenetica dell’uomo. A volte è invece più complesso capire la causa del problema, perché non ci sono segni evidenti, e allora è necessario fare una visita molto accurata e magari esami specifici, o addirittura l’esame istologico.
di Barbara Di Sarno

No comments

Donne over,  talenti senza età

Il trend demografico, l’aumento dell’occupazione femminile, l’invecchiamento della popolazione, l’innalzamento dell’età pensionabile…Sono tutti elementi che fanno sì che ci siano sempre più persone ultracinquantenni nel ...